San Luigi Maria di Montfort, il “prete della grande corona”

Invocazione allo Spirito Santo

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Vieni, santo Spirito,
riempi i cuori dei tuoi fedeli e accendi in essi il fuoco del tuo amore.
Manda il tuo Spirito e tutto sarà creato.
E rinnoverai la faccia della terra.

In ascolto
Dal Vangelo secondo Luca (1,51-52)

[Gesù] scese dunque con loro e venne a Nàzaret e stava loro sottomesso. Sua madre custodiva tutte queste cose nel suo cuore. E Gesù cresceva in sapienza, età e grazia davanti a Dio e agli uomini.

Da Il segreto ammirabile del santo rosario di san Luigi di Montfort

San Gregorio Nisseno dice garbatamente che noi siamo pittori. La nostra anima è la tela preparata su cui passano i pennelli, le virtù sono i colori che servono per dar risalto, l’originale da riprodurre è Gesù Cristo, immagine viva e rappresentazione perfetta dell’eterno Padre. Come, dunque, un pittore per eseguire il ritratto dal vero si pone davanti all’originale e ad ogni pennellata lo osserva, così il cristiano deve sempre tener presenti la vita e le virtù di Gesù Cristo per dire, pensare e fare soltanto ciò che è conforme ad esse. (…)

I bambini imitano i loro genitori osservandoli e conversando con loro e ne imparano il modo di esprimersi ascoltandoli parlare. Un apprendista impara l’arte guardando lavorare il maestro. Così i fedeli confratelli del Rosario, meditando devotamente le virtù di Gesù Cristo nei quindici misteri della sua vita, diventano somiglianti al divino Maestro con l’aiuto della sua grazia e per l’intercessione della Vergine santa (SAR 65-66).

Meditazione

La preghiera del rosario ha la sua dimora nel cuore del povero perché appartiene alla logica della piccolezza evangelica. Un semplice e piccolo grano del Rosario cattura il senso della nostra vita, lo trattiene, lo illumina, lo rafforza. La preghiera del rosario soddisfa poco l’intelligenza, non se ne trae quasi gloria, non suscita nuove idee, ma avvicina a Maria, che «conservava queste parole (misteri) nel suo cuore». La presenza della Vergine che prega con noi e in noi è tanto potente da «attirare il regno di Dio, la Sapienza Eterna, dentro di noi» (AES 193). Ella ci avvicina a Gesù, perché Gesù cresca in noi.

La preghiera del rosario mette in movimento il corpo e l’anima, le labbra e i sentimenti. Si prega da soli o in comunità, ad alta voce o in silenzio, in casa o per strada, in treno, in bus o in tram. Lo si può pregare nel turbinio della vita, in mezzo al mondo. 

Per san Luigi di Montfort, lo scopo del rosario è di contemplare Gesù Cristo attraverso la meditazione della sua vita, per imitarlo certo, ma soprattutto per diventare Lui. Infatti, per coloro che recitano il rosario, la meditazione sui misteri di Gesù Cristo “non è solo per adorarlo e glorificarlo, ma principalmente per regolare la propria vita e le proprie azioni sulle sue virtù” (SAR 66). I santi hanno frequentato questa scuola e sono giunti alla perfezione cristiana (cf SAR 71), che consiste nell’essere trasformati in Cristo.

Dal Cantico del Padre di Montfort: Il trionfo dell’Ave (C 89,25-26)

Ecco un consiglio d’oro,
ecco un segreto meraviglioso:
chi vuol diventare santo
dica un rosario al giorno!
Con l’Ave Maria
il peccato si distruggerà;
con l’Ave Maria
Gesù regnerà.

Colui che gli è fedele
progredirà velocemente,
vivrà in maniera esemplare,
morirà in pace,
giungerà sicuramente
alla vita eterna.
Con l’Ave Maria si elimina il peccato;
con l’ Ave Maria Gesù regnerà.

 

Preghiera litanica affidata a san Luigi Maria di Montfort

San Luigi di Montfort,
intercedi per noi presso il Signore.
Degno servo di Dio solo…
Discepolo fedele della Sapienza incarnata…
Cuore docile allo Spirito Santo…
Schiavo di Gesù vivente in Maria…
Annunciatore della grazia della Croce…
Missionario del Vangelo di salvezza…
Animatore di sincera conversione…
Maestro di sapienza evangelica…
Fedele figlio della Serva del Signore…
Predicatore della Madre del Redentore…
Amico dei poveri e degli ultimi…
Educatore del popolo di Dio…
Guida alla professione della vera fede…
Pastore sollecito del bene della Chiesa…
Collaboratore obbediente dei Pastori della Chiesa…

Tu che vedi il volto dell’Altissimo,
ottienici la perseveranza della fede.
Tu che splendi nell’infinita carità,
ottienici il puro amore.
Tu che esulti per l’eredità ricevuta,
ottienici la beata speranza.
Tu che vivi nella santa Gerusalemme,
ottienici lo spirito di preghiera.
Tu che stai davanti al trono dell’Agnello,
ottienici la sapienza della croce.
Tu che attingi alla sorgente della Vita,
ottienici l’obbedienza allo Spirito.
Tu che contempli la Madre del Signore,
ottienici la vera devozione a Maria.
Tu che sei accanto agli Apostoli di Cristo,
ottienici l’ardore della missione.
Tu che gusti la comunione dei Santi,
ottienici l’amore alla Chiesa.
Tu che siedi alla mensa del Regno,
ottienici la corona della gloria.

Preghiera conclusiva

Padre nostro…

O Dio, il tuo unico Figlio ci ha procurato i beni della salvezza eterna con la sua vita, morte e risurrezione. A noi, che con il rosario della beata Vergine Maria meditiamo questi misteri,  concedi, per intercessione di san Luigi di Montfort, di amare e seguire sempre più fedelmente Gesù Cristo. Amen.

Fonte: www.mariedenazareth.com