Dio ascolta le preghiere per le nuove vocazioni!

Domenica, 11 settembre 2022, la nostra Famiglia religiosa ha avuto la gioia di accogliere Paweł e Wojciech, due giovani provenienti dalla Polonia che al termine dell’anno di noviziato hanno emesso i primi voti religiosi.

La sera prima, dopo la preghiera dei Vespri, Paweł e Wojciech hanno rinnovato la loro consacrazione a Gesù Cristo per le mani di Maria. Nel suo intervento il superiore provinciale, p. Mario Belotti, ha spiegato ai presenti che sia i voti religiosi che le ordinazioni al diaconato o al sacerdozio sono profondamente radicati nel Battesimo, il cui fine ultimo è di condurre alla sequela di Cristo. Ha ricordato che “Quanto più perdiamo di vista il Battesimo nella nostra vita – in particolare come religiosi e sacerdoti – tanto più ci allontaniamo dallo spirito di Gesù. Allora potremo diventare dei buoni funzionari… ma non saremo mai persone simili a Cristo e tanto meno saremo in grado di ispirare i fratelli e le sorelle affidati alla nostra cura spirituale e pastorale”. Consacrarsi a Gesù Cristo per le mani di Maria significa proprio mantenere “vivo”, vivere in pienezza il proprio battesimo, per essere conformati e “riprodurre” Gesù Cristo nella nostra vita mediante un abbandono totale in Maria, Forma Dei, Stampo di Dio. Paweł e Wojciech, prima che con le labbra hanno manifestato la decisione di offrirsi senza riserve a Gesù Cristo con il gesto di infondere un po’ di incenso nel braciere posto davanti all’altare.

Il giorno successivo, durante la solenne Eucarestia celebrata nella Chiesa Madre di Santeramo in Colle, Paweł e Wojciech hanno fatto la prima professione. Ha presieduto la liturgia il superiore provinciale, attorniato da numerosi confratelli, tra cui il consigliere generale, padre Marco Pasinato. Sono presenti i familiari dei neoprofessi, provenienti dalla Polonia, tanti amici della comunità del noviziato e un nutrito gruppo di membri dell’Associazione Maria Regina dei Cuori di Trinitapoli. Le voci del coro parrocchiale hanno accompagnato i vari momenti della celebrazione e contribuito a creare un devoto clima di preghiera.

Nella sua omelia il padre Mario Belotti, commentando il vangelo (cfr. Lc 8, 19-21), ha illustrato il cammino da percorrere per rispondere al desiderio di andare a Gesù e divenire la sua famiglia: è la Parola di Dio, ascoltata e messa in pratica, che rende madre e fratello di Gesù. Guardando a Maria, ha suggerito a Paweł e Wojciech i passi da seguire perché la Parola di Dio porti frutto nella loro vita: costante apertura ad accogliere la Parola di Vita; crescere nella gioia e nella beatitudine; la perseveranza che viene dalla preghiera, dalla meditazione, dalla pratica sincera della spiritualità monfortana e dal vivere un sincero senso di appartenenza e la fraternità.

Dopo l’omelia Paweł e Wojciech hanno letto la formula della prima professione, scritta di proprio pugno, che poi hanno deposto sull’altare, unendo così l’offerta della loro vita in castità, povertà ed obbedienza al sacrificio di Cristo. Hanno, quindi, ricevuto l’abito religioso, le Costituzioni della Compagnia di Maria e la grande corona del rosario. La celebrazione si è conclusa con la firma del registro delle professioni.

Ci si è, quindi, ritrovati nel giardino della comunità per condividere con Paweł e Wojciech la gioia di questo giorno di festa. L’intensa giornata si è conclusa con la preghiera del rosario, dei Vespri e la benedizione eucaristica.

Qualche mese dopo la sua ordinazione sacerdotale, san Luigi di Montfort così scriveva al suo direttore spirituale: “Ho un grande desiderio di far amare Nostro Signore e la sua Santa Madre, di andare, in modo povero e semplice, a fare catechismo ai poveri della campagna e spingere i peccatori alla devozione alla Santissima Vergine… io non mi sento degno di questo nobile compito, ma non mi posso impedire, viste le necessità della Chiesa, di chiedere continuamente e con gemiti, una piccola e povera compagnia di buoni sacerdoti che lo compiano, sotto lo stendardo e la protezione della Santissima Vergine”. Davvero la prima professione di Paweł e Wojciech è la risposta al desiderio di san Luigi Maria. Il Signore li benedica e li confermi nel loro proposito.

Mikolaj

2 commenti su “Dio ascolta le preghiere per le nuove vocazioni!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *